HOME     >     Eventi     >     TV

Pronti a vivere un Sogno Azzurro, la miniserie con i segreti della Nazionale



La docuserie in 4 puntate, che sarà trasmessa in prima serata su Rai 1, permetterà al pubblico di conoscere meglio tutti gli Azzurri protagonisti del Campionato Europeo 

La Nazionale entra nelle case degli italiani grazie a “Sogno Azzurro”, una miniserie in 4 puntate, in onda dal 7 al 10 giugno su Rai1 alle 20.45 per raccontare il percorso degli Azzurri verso gli Europei. 

Con “Sogno Azzurro”, per la prima volta nella lunga e vincente storia della Nazionale, il pubblico potrà avere l’occasione di entrare a Coverciano, seguire i calciatori dal loro arrivo alle riunioni tra staff e squadra, durante gli allenamenti e nei momenti di relax, viaggiare con gli Azzurri durante le trasferte, “vivere” al loro fianco negli spogliatoi prima della partita, in campo e sugli spalti e nel dopogara, scoprire le persone che concorrono al raggiungimento dei risultati sportivi, attraversare i temi ed i valori dello sport: dai rapporti umani al coraggio, dalla paura al riscatto. “Sogno Azzurro”, il primo progetto firmato dalla neonata Direzione Nuovi Formati della Rai, è un viaggio di dieci mesi, iniziato a settembre 2020 per arrivare sino alla vigilia della gara inaugurale dell’Europeo tra Italia e Turchia, in programma l’11 giugno allo Stadio Olimpico di Roma. Un ulteriore contenuto esclusivo Rai, che si aggiunge all’investimento per la trasmissione delle gare di Uefa Euro. 

“Sogno Azzurro” non è solo un racconto sportivo, ma anche umano, fatto di tante storie. Come quella della grande amicizia che unisce il Ct Roberto Mancini e il suo staff, composto dai compagni di una vita, come Gianluca Vialli e gli altri “ragazzi” della sua Sampdoria. Come quella della rivalità tra calciatori avversari nei club che viene superata, sulla base dei legami che nascono in Nazionale. Fino a quelle che non sempre hanno un lieto fine, come accade quando un calciatore è costretto per un infortunio o un imprevisto a perdere l’occasione della vita. E poi c’è spazio per le abitudini e le scaramanzie, i segreti e le curiosità, come ad esempio le nuove tecnologie sempre più presenti nel calcio. E così, quando l’Italia scenderà in campo per affrontare la Turchia nella gara inaugurale, il pubblico conoscerà meglio i calciatori, le storie, le emozioni e le persone che stanno per dare vita a un nuovo Sogno Azzurro. 

La docuserie, che avrà la voce narrante di Stefano Accorsi, rafforza la collaborazione tra la Rai e la Figc, sempre più impegnate nello sviluppo di iniziative editoriali congiunte per la promozione e la diffusione dei valori dello sport e dei suoi risvolti sociali: il loro è un rapporto che dura ormai da quasi un secolo (la prima radiocronaca di Italia-Ungheria andò in onda il 25 marzo 1928, con la voce di Giuseppe Sabelli Fioretti) e oggi, dopo 20 Campionati del Mondo e 15 Europei trasmessi in Italia dalla Rai, permette agli Italiani di seguire tutte le Nazionali, dagli Azzurri alle Azzurre, dall’Under 21 alle selezioni giovanili, dal futsal al beach soccer, nella condivisione di quei valori di rispetto, fair play e inclusione che sono propri del Servizio Pubblico e della Federazione Italiana Giuoco Calcio. 

 

La protagonista del racconto è naturalmente la Nazionale italiana, alla quale il Ct Roberto Mancini, dopo la mancata qualificazione al Mondiale 2018, ha ridato entusiasmo e risultati, dalle 11 vittorie consecutive tra il 2018 e il 2019 ,grazie alle quali ha superato il record dei 9 successi di fila di Vittorio Pozzo tra il 1938 e il 1939 - alla qualificazione all’Europeo con 3 gare di anticipo, fino alla conquista della Final Four di UEFA Nations League, altra esclusiva RAI, in programma a ottobre 2021. La docuserie è anche l'occasione per rievocare la storia della Nazionale, grazie al vasto archivio storico della RAI, che fa da sfondo alle immagini e ai commenti dei protagonisti di ieri e di oggi, proiettando il telespettatore verso l’avventura agli Europei. E non manca lo spazio per il racconto di alcuni calciatori e Commissari Tecnici che hanno scritto la storia del calcio italiano: tra gli altri Gianluigi Buffon, primatista di gare disputate in Nazionale (176), Marcello Lippi, Arrigo Sacchi e Antonio Conte, che hanno guidato gli Azzurri nelle grandi competizioni tra gli anni ’90 e ’10. Così come per i giornalisti di Rai Sport che in questi anni hanno raccontato da vicino le vicende della Nazionale. 

La Rai ha già festeggiato l’inizio dell’avventura della Nazionale con “Notte Azzurra”, lo show condotto da Amadeus il 1° giugno e seguito da quasi tre milioni di telespettatori. Una serata emozionante che ha avuto come protagonisti il Ct Roberto Mancini, lo staff e tutti gli Azzurri convocati per il primo Campionato Europeo itinerante della storia, che hanno scherzato, ballato e cantato insieme a tanti altri campioni della canzone e della comicità come Paolo Bonolis,  Clementino, Frank Matano, gli Autogol, Biagio Izzo, Colapesce e Dimartino, Coma_Cose e Arisa. 

 

 

 


Commenti



Articoli correlati

TV

Ti potrebbe interessare

Copyright 2021 MARIGLIANO.net
Powered by webagency Lucasweb

MARIGLIANO.net è pubblicato dall' Associazione Culturale ARTEDINAPOLI - Marigliano (NA) - Italia

Tel: 339 8758062

Fax: 06 89281644

Direzione: direzione@marigliano.net

Redazione: redazione@marigliano.net

Info generiche: info@marigliano.net