HOME     >     Sport     >     Calcio

Clamoroso al San Paolo: il Lecce vince 2-3 contro il Napoli

Non bastano le reti di Milik e Callejon, rigore solare non concesso al Napoli

Nella ventitreesima giornata di campionato il Napoli affronta il Lecce allo stadio San Paolo. Azzurri chiamati a dare continuità alla striscia di vittorie precedenti per continuare a lottare per un piazzamento europeo. Gennaro Gattuso schiera il consueto 4-3-3 con Politano ed Insigne accanto a Milik; torna Koulibaly dal primo minuto. I salentini rispondono con un 4-3-1-2 con Saponara alle spalle di Falco e Lapadula.

Nella prima frazione di gioco il Napoli spinge soprattutto sull'out di destra, con Politano che riesce a creare la superiorità numerica superando in velocità gli avversari. Al decimo minuto ottima combinazione da parte dei padroni di casa, Mario Rui mette un ottimo cross al centro ma Milik da ottima posizione non inquadra lo specchio. Sei minuti più tardi azione pressoché analoga e Zielinski manda clamorosamente al lato di testa. Pur facendo registrare percentuali altissime nel possesso i partenopei non riescono a concretizzare sciupando potenziali palle gol. Il primo tiro in porta arriva al ventiquattresimo con Mario Rui che impensierisce Vigorito, successivamente Insigne ci prova da fuori sfiorando il palo. Al ventinovesimo il Lecce si porta clamorosamente in vantaggio: Saponara imbecca Falco, che calcia di prima trovando la respinta non impeccabile di Ospina, la palla va sui piedi di Lapadula che tutto solo non sbaglia. Napoli in bambola e gli ospiti sfiorano il raddoppio con una conclusione a giro di Falco che va fuori. Al trentacinquesimo Di Lorenzo scucchiaia per Insigne, che spalle alla porta tenta di saltare Vigorito ma colpisce il palo esterno. Nel finale Donati si rende protagonista di un intervento provvidenziale nella propria area impedendo a Politano di calciare a colpo sicuro. Si va così all'intervallo sul punteggio di 0-1.

 Nella ripresa Gattuso manda in campo Dries Mertens in luogo di Lobotka. Al terzo minuto il belga si mette subito in mostra, Insigne vede la sua sovrapposizione e a sua volta il numero 14 scarica al centro per Milik che timbra il cartellino goffamente solo davanti alla porta. La partita si infiamma, Koulibaly continua a commettere errori clamorosi consentendo al Lecce di poter far male in ripartenza. Al decimo Insigne fallisce clamorosamente a tu per tu con Vigorito. Imbarazzante la retroguardia degli azzurri, che si fa beffare ancora una volta da Lapadula con un preciso colpo di testa su cross di Falco. Subito dopo lo svantaggio entra in campo Callejon al posto di Politano. Gli uomini di Gattuso non riescono a trovare i giusti equilibri, rischiando di subire la terza rete su un colpo di testa di Barak salvato provvidenzialmente da Ospina. Al ventottesimo contatto dubbio tra Donati e Milik, con il polacco che viene ammonito per simulazione. Al trentasettesimo il neo-entrato Mancosu trova il tris con una punizione straordinaria dai trenta metri. Nel finale il Napoli prova ad accorciare le distanze e al novantesimo trova una rete rocambolesca con una rovesciata di Callejon. Nei cinque minuti di recupero i padroni di casa non riescono a trovare alcun guizzo. È tornato l'incubo: al San Paolo il Lecce batte clamorosamente il Napoli. 2-3 il finale.


Commenti



Articoli correlati

Copyright 2020 MARIGLIANO.net
Powered by webagency Lucasweb

MARIGLIANO.net è pubblicato dall' Associazione Culturale ARTEDINAPOLI - Marigliano (NA) - Italia

Tel: 339 8758062

Fax: 06 89281644

Direzione: direzione@marigliano.net

Redazione: redazione@marigliano.net

Info generiche: info@marigliano.net