HOME     >     News     >     Politica

Marigliano, tasse IMU e TARI 2014: la replica dell’assessore

Piccata replica dell'amministrazione alle accuse dell'opposizione

MARIGLIANO - "Alla luce di quanto pubblicato il giorno 1 dicembre 2019, alle ore 21:00, appare doverosa una replica, al fine di chiarire tutti gli errori enunciati.

Va chiarito che l’Ente svolge normalmente attività di controllo e verifica delle posizioni dei contribuenti e nell’ultima parte dell’anno predispone ed invia gli avvisi di accertamento ai contribuenti “infedeli”. Nessun rischio prescrizione né ritardo si appalesa. Pertanto è infondata tale notizia, anche in relazione alla lamentata assenza del responsabile di settore che non trova fondamento da comunicazione o scuse utilizzate dall’Amministrazione.

Impropriamente ed in maniera confusionaria, i Consiglieri usano talvolta il termine di accertamento e talune altre volte il termine di riscossione. È bene chiarire che l’Ente a breve notificherà gli avvisi di accertamento che potenzialmente diventeranno cartelle di pagamento e possibili entrate future.

L’articolo continua … “tra le cartelle evase potrebbero esserci quelle degli imprenditori del mattone che non dichiarano gli appartamento invenduti…”

Ebbene, nuovamente i consiglieri  ingenerano confusione parlando di cartelle. Ma si precisa ulteriormente che gli “imprenditori del mattone” sono aziende che a partire dall’anno 2014 sono esentati dal pagamento dell’IMU per tutti gli immobili costruiti e destinati alla vendita (legge 28 ottobre 2013 n.124). Il legislatore ha voluto con tale legge sollevare dal pagamento IMU i cosiddetti “Immobili merce”. Gli stessi imprenditori non sono tenuti al pagamento TARI per gli immobili invenduti.

L’articolo inoltre parla di cartelle evase nuovamente, ingenerando confusione, relative a proprietari di grosse fabbriche ed edifici commerciali. Così come articolato, trattasi di un chiaro riferimento agli immobili sorti nella zona PIP del Comune di Marigliano, che l’Ufficio sta prontamente monitorando, soprattutto per le annualità successive al 2014 in quanto non esistenti o in fase di avvio esecuzione in quell’anno.

In ultimo, il Comune di Marigliano, come la maggioranza dei Comuni italiani, affida le notifiche a Poste Italiane che in seguito provvede a notificarli all’indirizzo che l’Ente stesso ha rilevato dall’Anagrafe.

Per tutti gli avvisi non consegnati per irreperibilità, la stessa Poste Italiane attiva la procedura di giacenza e successivo deposito presso la Casa Comunale. Il mancato ritiro nel rispetto delle procedure di legge è valido quale notifica per avviare le successive procedure di riscossione.

Appare del tutto evidente che costruire consenso elettorale sulla disinformazione o ingenerando confusione è un ottimo strumento. Parlare al condizionale (“…Sarebbero tornate indietro…” e ancora “…tra le cartelle evase potrebbero esserci…”) è un modo per ingenerare preoccupazioni nella gente onesta che ha sempre contribuito alla spesa dell’Ente pagando puntualmente tributi, tasse ed imposte comunali. L’obiettivo di questa Amministrazione, della quale mi compete la parte finanziaria, sarà sempre quello di essere al fianco dei cittadini onesti e di contrastare l’evasione in tutti i suoi modi".

 Alfonso Lo Sapio, Assessore al Bilancio del Comune di Marigliano

 


Commenti



Articoli correlati

Copyright 2019 MARIGLIANO.net
Powered by webagency Lucasweb

MARIGLIANO.net è pubblicato dall' Associazione Culturale ARTEDINAPOLI - Marigliano (NA) - Italia

Tel: 339 8758062

Fax: 06 89281644

Direzione: direzione@marigliano.net

Redazione: redazione@marigliano.net

Info generiche: info@marigliano.net